La famiglia dei Chaetodontidae comprende una grande varietà di specie marine conosciute generalmente con il nome di pesci farfalla.

Questi splendidi animali vivono associati alle formazioni madreporiche delle barriere coralline dei mari tropicali e subtropicali, e sono largamente diffusi in ampie porzioni dell’Oceano Atlantico, Pacifico ed Indiano.
Sono pesci generalmente diurni e che prediligono bassi fondali (di solito fino a 18 metri, anche se alcune specie sono state raramente segnalate fino a 180 metri di profondità), mentre di notte si nascondono fra le madrepore ed altre formazioni coralline, assumendo una colorazione parzialmente mimetica.

I pesci farfalla vengono così chiamati a causa della livrea estremamente variopinta, che spesso presenta disegni a bande o macchie orizzontali, verticali o diagonali, simili a quelle che si possono riscontrare sulle ali delle farfalle. La bocca è solitamente allungata e protesa in avanti.

I pesci di questa famiglia hanno dimensioni modeste, comprese solitamente tra i 12 e i 22 cm di lunghezza.
La maggior parte delle specie si nutre di piccoli polipi di coralli, uova di pesci e piccoli invertebrati altre specie prediligono invece le alghe filamentose o il
plancton. Alcune specie hanno un’alimentazione molto specifica, altre specie sono quasi onnivore.

La bellezza e la varietà della livrea dei pesci farfalla li rende particolarmente apprezzati tra gli acquariofili.

0 Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous reading
Il paguro: il crostaceo con la conchiglia
Next reading
Gli animali più rari: il pesce ago fantasma