Le stelle marine presentano la bocca in posizione ventrale e sono dotate di un gran numero di “pedicelli ambulacrali“, cioè di piccole appendici situate lungo la fascia inferiore delle braccia.

I pedicelli delle stelle marine, pur avendo anche altre funzioni, servono principalmente come mezzo di locomozione: le stelle di mare, che vivono sempre sul fondo, non si spostano “camminando” sulle braccia ma agitando opportunamente i pedicelli ambulacrali.

Non tutte le stelle marine hanno 5 braccia: esistono forme che ne posseggono un numero superiore, come quelle del genere Solaster ed Hiliaster, che ne posseggono rispettivamente fino a 14 e addirittura fino a 50!

Tutte le stelle marine presentano una spiccata capacità rigenerativa, grazie ad un particolare tessuto connettivo definito “mutabile”, che consente a questi animali di ricostruire in breve tempo intere porzioni di corpo perdute o asportate!

0 Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous reading
Le mobule: i diavoli del mare
Next reading
Lo squalo leopardo