Le spugne sono organismi di una primitività estrema: non hanno la bocca, ma si nutrono attraverso appositi pori inalanti da cui ricevono l’acqua dall’esterno (da qui il nome di Poriferi), ne trattengono le particelle organiche, quindi restituiscono all’esterno acqua e rifiuti attraverso un’apertura.

Generalmente le spugne vivono in acque poco profonde e preferibilmente popolano i fondali rocciosi. Molto spesso le spugne non vivono isolate, ma formano grandi colonie fisse. La riproduzione delle spugne richiede l’intervento di uova e spermatozoi che possono essere prodotti o da individui diversi (rispettivamente femmina e maschio) o da un solo individuo in speciali formazioni differenziate.

0 Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous reading
Lo squalo leopardo
Next reading
Gli incontri più particolari: in compagnia dei cavallucci marini!